Blog: http://sweet.ilcannocchiale.it

...goodbye

dovrei pensare solo a studiare.ma non è semplice.non quando il caos che ti pulsa nelle vene
ti rende cieo e sordo. non quando fuori dalla tua stanza l'aria diventa irrespirabile.
non quando le grida che ti buttano addosso diventano continue e tanto forti da penetrare quel muro invisibile che ti sei creata per proteggerti.
e così finisci un po' per credere davvero che non vali niente.
non sono mai abbastanza.non faccio mai abbastanza.non seguite le mie emozioni.non sapete cosa mi rende felice.ne quello che mi fa soffrire.troppo preso uno a cammuffare i propri fallimenti in insulti verso il mondo...l'altra a far finta che va tutto bene.
e pensi di essere nel giusto giustificandoti dietro ai soldi?"io ti ho dato tutto...ti mantengo barbona"
...strano..avevo l'illusione che un padre non fosse un portafoglio...
niente ginocchia sulle quali sedermi quando mi sentivo fragile.niente storie ne passeggiate.
niente genitori ad aspettarmi sotto al palco,felici di vedermi felice.
solo parole.parole come fuoco che per tutta la vita mi hanno ustionata lasciando ferite che solo Dio sa quanto mi abbiano condizionato in tutto quello che ho fatto e farò.
e le liti con la mamma...in cui io mi intromettevo per far si che te la prendessi con me e non con lei...tutte quelle lacrime che non ti meriti...le minacce...i piatti rotti...
e lei...lei che è la sola mia famiglia...lei che amo più di qualunque altra cosa...sta zitta...
non fa nulla...non dice una parola....eppure se lei aprisse bocca io so che la tempesta si placherebbe...per che lei è l'amore...lei è la sola che può cambiare tutto...
ma non un fiato...piange in un angolo...e così segna la mia condanna e la sua.
per anni alle recite..agli spettacoli...in teatro cercavo i loro occhi orgogliosi...
poi ho smesso.all'inizio ti ho odiato.ma crescendo ti ho capito...
l'insicurezza e l'ignoranzarendono le persone cattive verso chi è migliore.
i rimpianti ci rendono gelosi e ci fanno sputare su chi può fare meglio di noi.
ho fatto tesoro della vostra non-educazione...e provo pietà perchè non capite che rovinate le vostre vite che potrebbero essere migliori...mentre voi rovinate le vostre vite accontentandovi della mediocrità.però da voi ho imparato qualcosa. ho imparato che non si è genitori perchè si concepisce un figlio. ho imparato che chi ti ama davvero è chi ti lascia sbagliare ma non ti abbandona quando tocchi il fondo. ho imparato che le parole fanno più male delle botte.
ho imparato che chi si sente un fallito riversa su chi invidia cattiverie inutili,cercando di sminuire chi stima.ho imparato che chi sta male gode nel far stare peggio gli altri. ho imparato che essere assenti e far finta di niente,il non difendere chi è nel giusto ti distrugge dentro.
ho imparato che non lottare per i propri sogni è sacrificare se stessi senza far del bene agli altri.
ho imparato che quando credi che sacrificare se stessi serva x salvare qualcun altro distruggi entrambi.
 E allora quando me ne andrò da qui tra qualche mese,non avrò rimorsi per chi resta.
non mi spiacerà più per chi non ha fatto niente quando poteva.
vivo ancora qui...ma ora so che me ne sono andata già da molto tempo...
e forse che questa non è mai stata la mia casa. quello che so è che nonostante tutto non provo alcun odio...non più anche se sarebbe più semplice. vi amo tutti.immensamente. e spero che un giorno qualcosa possa cambiare...anche se so che non ci sarò perchè non voglio restare ad aspettare.

Pubblicato il 7/6/2009 alle 21.14 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web